Dove acquistare

Accedi

13.5.2020

"Abbiamo sfidato un cacciatore ad avvicinarsi al capriolo prima di premere il grilletto. L'esperienza è documentata nel video e coinvolge lo spettatore in una caccia emozionante con l'obiettivo di ridurre la distanza a 40 metri dal capriolo."

Caccia al capriolo

Caccia al capriolo

 

Dai un'occhiata più da vicino e prendi la decisione giusta.

Abbiamo sfidato un cacciatore ad avvicinarsi al capriolo prima di premere il grilletto. L'esperienza è documentata nel video e coinvolge lo spettatore in una caccia emozionante con l'obiettivo di ridurre la distanza a 40 metri dal capriolo.

Nel video stiamo seguendo il cacciatore e chef Jakob Mielcke, che sta braccando i caprioli con un mirino Aimpoint. Stiamo cacciando in una tenuta danese a 1 ora da Copenaghen. La tenuta ha una popolazione molto sana di caprioli, oltre a una popolazione molto vasta di daini. La zona è costituita da un grande bosco e da alcuni bellissimi campi e prati, l'habitat ideale per il capriolo.

Durante la caccia abbiamo visto più di 60 caprioli, abbiamo girato per 3 giorni dalle 4:30 del mattino alle 21:30 di sera con appostamenti NON STOP senza interruzioni se non per un panino nel bosco. I cacciatori esperti sanno che la ricompensa è molto maggiore quando si va oltre i limiti e che la caccia non richiede fretta.

Braccare il capriolo a 60-100 metri non è un problema anche per un gruppo di 3 ragazzi con due telecamere, ma passare da 60 a 20 o 30 metri è qualcosa di assolutamente inedito. Perché questo accada, tutto deve essere perfetto: il vento, il terreno su cui cammini, l'area in cui si trova il capriolo - tutte queste cose devono essere valutate prima di poter ridurre la distanza. Una volta raggiunto l'obiettivo, l'emozione della caccia non ha eguali.

L'attrezzatura - Un kit perfetto per braccare il capriolo

Carabina da caccia
Qualsiasi carabina a tiro dritto andrà bene, ma se stai acquistando la tua prima carabina e l’appostamento sarà la tua principale tipologia di caccia, è meglio una carabina leggera. In Europa i calibri più popolari per i caprioli sono: 243, 6,5X55, 308., 270 e 30.06. 

Munizioni
La tendenza nella maggior parte dei paesi europei è vietare il proiettile di piombo, quindi consigliamo l’uso di un proiettile senza piombo. Molti produttori di munizioni propongono prodotti di questo tipo, ad esempio Norma Ecostrike, RWS Evolution green o Hornady GMX. Sono tutte buone opzioni. Un proiettile da 165 grani (9,7 grammi) è l'ideale per il capriolo. 

Un mirino Aimpoint® a punto rosso
Se hai già un mirino Aimpoint, sei pronto per iniziare. Se invece non ce l’hai, puoi scegliere il modello di mirino più adatto alla tua arma. Di solito è sufficiente scegliere l'attacco e il mirino che sta meglio sulla tua carabina. Avendo a disposizione diverse opzioni di montaggio Aimpoint o di altri produttori, troverai sicuramente la soluzione giusta per te.

Tra i mirini Aimpoint vi sono modelli compatti e a basso profilo come Acro C-1TM e Micro H-2TM, o i modelli tubolari come la serie HunterTM. Ognuno di essi offre una soluzione di puntamento rapida e precisa per la tua carabina da caccia.

Stivali da caccia
Per l’appostamento, è fondamentale avere un bel paio di stivali comodi. Non comprare gli stivali da caccia il giorno prima della caccia. Hai bisogno di tempo per abituarti. Poiché la caccia al capriolo si svolgerà in estate nella maggior parte dei paesi, è importante avere stivali adatti al caldo. Devono essere leggeri, visto che si cammina molto, e impermeabili, in modo da poterli usare in qualsiasi tipo di condizioni meteo.

Abbigliamento da caccia
Quando si tratta di abbigliamento da caccia, ogni cacciatore ha la sua attrezzatura preferita in base all’occasione. In sostanza, indossa i vestiti nei quali ti senti più a tuo agio. Dipende molto da quanto tempo passerai a caccia. Se inizi la mattina presto quando fa ancora un po’ freddo e cacci tutto il giorno fino a quando il sole tramonta, avrai bisogno di un abbigliamento un po’ più caldo per la mattina e per la sera. Vestiti a strati, così potrai regolare l’isolamento degli abiti che indossi per tutto il giorno.

La stagione venatoria varia da paese a paese.

In Europa, i diversi paesi hanno un approccio diverso alla stagione venatoria del capriolo maschio. La prima stagione inizia nel Regno Unito, dove si può cacciare il capriolo dal 1° aprile.

Perché alcuni paesi cacciano i caprioli in primavera e perché alcuni li cacciano per la prima volta dopo il periodo del calore alla fine dell'estate? Queste differenze dipendono dal fatto che ogni paese ha un modo diverso di gestire la popolazione di cervi, e naturalmente influisce anche la densità della popolazione stessa nei diversi paesi.

In Danimarca, Germania, Polonia e in molti altri paesi dell'Europa centrale la stagione della caccia al capriolo inizia in primavera. Questo perché, secondo la loro filosofia, è importante eliminare i caprioli con geni deboli prima della stagione dell’accoppiamento.

Prendendo di mira i caprioli deboli, i geni cattivi nella popolazione di caprioli diminuiscono e permettono ai caprioli più grandi e più forti di riprodurre i geni buoni. Nel tempo, in questo modo, si crea una popolazione di caprioli forte e sana. Con questa strategia, fondamentalmente, i cacciatori si aggiungono alla selezione naturale degli animali. Eliminando gli animali deboli, i cacciatori creano spazio per gli animali più forti e garantiscono condizioni ottimali in termini di disponibilità di cibo, mantenendo la popolazione di caprioli al numero ideale in base all'habitat disponibile.

In paesi come la Svezia e la Norvegia, dove la stagione della caccia al capriolo inizia ad agosto, il processo è un po' diverso. Qui la stagione venatoria si basa sulla filosofia secondo la quale ai caprioli dovrebbe essere permesso di trasmettere i propri geni prima di essere cacciati. La teoria di eliminare i caprioli deboli a primavera funziona molto bene se i cacciatori rispettano le regole e non sparano prematuramente ai caprioli più grandi.

Il capriolo - Un cervide veloce ed elegante

Descrizione

Ci sono due specie di capriolo: il capriolo europeo e il capriolo siberiano, più grande. Si adattano bene agli ambienti freddi e vanno dall'Europa settentrionale e dall'Asia alle alte montagne dell'Asia centrale. In Europa la popolazione sta aumentando a causa della diminuzione dei predatori.

Il mantello del capriolo è bruno rossastro in estate e marrone grigiastro con una macchia bianca sulla groppa d’inverno. Sono quasi privi di coda e il maschio ha palchi corti.

Il capriolo europeo è un cervide relativamente piccolo, con una lunghezza del corpo di 95-135 cm, un'altezza della spalla di 65-75 cm e un peso di 15-35 kg. I caprioli in buona salute sviluppano palchi fino a 20-25 cm di lunghezza con due, tre, e a volte anche quattro, punte.

Il corpo e i palchi del capriolo continuano a fortificarsi fino ai 5-8 anni di età, a seconda dell’area in cui vive, della densità della popolazione, della quantità e del livello nutrizionale del cibo.

Nelle aree con un'alta quantità di calcio e altri minerali, i caprioli diventano molto forti e hanno energie per far crescere palchi più grandi rispetto alle aree in cui la quantità di minerali è bassa.

Comportamento e ciclo di vita

Sono molto veloci ed eleganti, vivono generalmente nei boschi, anche se possono spostarsi nei campi e nei boschi radi. Si nutrono principalmente di erba, foglie, bacche e germogli.

Quando vengono spaventati, emettono un suono molto simile a quello di un cane e la macchia bianca sullo specchio anale aumenta di dimensioni. Le femmine emettono un suono come un "beep" acuto per attirare i maschi durante il periodo della riproduzione. La durata massima della vita di un capriolo (allo stato brado) è di 10 anni.

Riproduzione

La biologia di riproduzione del capriolo è molto strana. Non usano, come altri cervi del nord, la vegetazione estiva per immagazzinare il grasso. Il capriolo si riproduce a fine luglio o all'inizio di agosto. Questo significa che circa 150 giorni dopo dovrebbero nascere i cerbiatti, nel pieno dell’inverno, invece che a fine maggio quando inizia a crescere la vegetazione primaverile.

Questo problema si risolve con un impianto ritardato. L'ovulo inizia a svilupparsi a gennaio e il cerbiatto nasce tra la fine di maggio e l'inizio di giugno, dopo un periodo di gestazione di 10 mesi. Generalmente, nascono due cerbiatti maculati di sesso opposto.
Per riprodursi a fine estate, i caprioli diventano territoriali a marzo. Quando i palchi del maschio cominciano a ricrescere, sono ricoperti di un sottile strato di pelo simile al velluto che scompare in seguito quando l’afflusso di sangue viene a mancare. I maschi possono accelerare il processo strofinando i palchi sugli alberi. I caprioli, a differenza di altri cervidi, sviluppano i palchi in inverno e non in estate.

Leggi altre nostre storie

Immergiti in un mondo pieno di avventure ed esperienze di caccia leggendo una delle nostre storie. Sia che tu cerchi ispirazione, informazioni o semplicemente voglia saperne di più sulla caccia, questo è il posto dove lo troverai. Vieni in un viaggio nel nostro mondo.

Addestramento del cane - una passione per i cani

Addestramento del cane - una passione per i cani

Caccia alla lepre sull'isola di Ven

Caccia alla lepre sull'isola di Ven

Tiro con fucile e mirino a punto rosso Aimpoint

Tiro con fucile e mirino a punto rosso Aimpoint

La caccia all'alce: un patrimonio culturale

La caccia all'alce: un patrimonio culturale

Battuta di caccia guidata nel cuore del Sörmland

Battuta di caccia guidata nel cuore del Sörmland

3 appassionati di battute di caccia

3 appassionati di battute di caccia

Caccia al cinghiale divertente e allo stesso tempo indispensabile

Caccia al cinghiale divertente e allo stesso tempo indispensabile

Utilizzo del Micro S-1™ per la caccia all'oca

Utilizzo del Micro S-1™ per la caccia all'oca